Torna al Blog

10 motivi per cui il tuo e-commerce non vende

Scopriamo insieme i 10 motivi per cui il tuo                      e-commerce non vende.

e-commerce che non vende

1. La cattiva qualità delle immagini e prodotti senza descrizione

Al momento dell’acquisto di un prodotto su Internet, non si può tenere in mano per capire com’è e come funziona. Quindi il minimo che si dovrebbe avere è un’immagine affidabile e di buona qualità.

Sorprendentemente molti proprietari di e-commerce ancora fanno questo errore basilare.

Inseriscono prodotti con cattive immagini, scure, di bassa qualità. Molti clienti non procedono all’acquisto “solo” per questo dettaglio.

Un altro problema è la mancanza di descrizione. I consumatori spesso non hanno voglia di fare domande relative al prodotto stesso. Così, se il prodotto non è descritto con tutte le caratteristiche possibili, probabilmente il vostro potenziale cliente acquisterà da un concorrente.

Inoltre, quando non si dispone di buone immagini e buona descrizione, si finisce per perdere gli acquisti di impulso. Questo avviene quando il cliente legge una scheda prodotto ben fatta e vuole avere il prodotto anche senza un effettivo bisogno.

“La ragione per cui sembra che i consumatori si preoccupino solo del prezzo … è perché l’e-commerce non mostra loro niente altro.”, Scrive Seth Godin, autore del libro All Marketers are Liars (tutti i venditori sono bugiardi).

2. Informazioni mancanti per il contatto.

I contatti possono sembrare molto poco importanti, ma escluderli dal vostro sito web (e-commerce) potrebbe sembrare a potenziali clienti molto sospetto. Questi vogliono sapere dove vi possono trovare se hanno un problema. Se si nascondono le informazioni come il proprio indirizzo (anche per negozi soltanto virtuali) e/o telefono, non si avrà mai una società consolidata sul mercato.

3. Un processo complesso per completare l’acquisto.

Quando il cliente vuole acquistare un prodotto, vuole che il processo di acquisto sia il più veloce possibile. Altrimenti, sarebbe come restare di fronte ad una lunga fila al supermercato. Per pigrizia, il cliente è disposto a lasciare il prodotto lì e andarsene a casa.

Quindi, lo stesso avviene con gli e-commerce con troppe fasi per completare l’acquisto. Il cliente rinuncia. Informazioni superflue come data di nascita e altri campi del genere non dovrebbero essere obbligatorie affinché si riesca a completare l’acquisto velocemente.

Dai l’opzione di acquisto al cliente senza che la registrazione sia obbligatoria nel tuo negozio online. Lascia la possibilità di registrarsi, ma a discrezione del vostro cliente.

4. Nascondere i costi di trasporto.

Questo è il motivo principale dell’abbandono dei carrelli della spesa nei negozi online. Il trasporto dovrebbe essere mostrato prima che il cliente scelga di comprare. Si dovrebbe avere la possibilità di inserire il codice di avviamento postale per calcolare il costo di spedizione. Per inciso, il trasporto a pagamento, in generale, è in gran parte responsabile della rinuncia all’acquisto all’interno degli e-commerce. Trova i migliori modi per migliorare questi aspetti.

5. Navigazione sgradevole.

Nel 2016, la maggior parte delle persone hanno navigato su e-commerce tramite i loro smartphone e/o tablet. Se il tuo negozio online non ha la versione per dispositivi mobili e contiene pulsanti piccoli con la necessità di usare lo scomodo zoom, sei già partito male!

I piccoli pulsanti rendono difficile l’intero processo di acquisto e di ricerca all’interno del tuo e-commerce. Inevitabilmente questo farà sì che il tuo cliente perda la pazienza e di conseguenza lo farà shopping altrove.

6I clienti non sanno cosa fare.

Anche all’interno di un negozio virtuale, è necessario rendere chiaro il funzionamento del sito. Per avere un esempio di come un sito web dovrebbe essere, basta cliccare su Amazon. Non avrai problemi a capire come funziona il tutto, e come potrai acquistare.

Non complicare le cose, guarda il tuo e-commerce attraverso gli occhi di un consumatore interessato ad un prodotto.

 7.Non stai promuovendo il tuo e-commerce in modo corretto.

Senza un pubblico target, il tuo negozio online avrà problemi a vendere.

Con l’aiuto del posizionamento SEO, il traffico organico del tuo e-commerce potrebbe aumentare in modo rilevante il tuo pubblico.

È necessario creare una strategia di marketing che utilizza i social media, marketing con contenuti in rilevanza, anche a pagamento, per raggiungere le persone che vuoi.

Una volta che i clienti iniziano a comprare, incoraggiali a scrivere recensioni per avere una certa affidabilità nel tuo negozio. La gente vuole comprare dove gli altri comprano ed approvano.

8. Non coinvolgi abbastanza i tuoi clienti

Per il venditore non c’è caratteristica più sbagliata di un temperamento aggressivo.

Il venditore che pressa un cliente può anche vendere, ma la maggior parte delle volte venderà soltanto una volta.

Coinvolgi i tuoi clienti e seguaci sui social network e partecipa alle discussioni relative al tuo settore. Diventa un ideatore di tendenze, un esperto in materia. La gente ti cercherà e ti seguirà perché sei diventato un punto di riferimento. E quando loro avranno bisogno del tuo prodotto, sarà te che cercheranno per rispondere alle loro esigenze, e da lì, la vendita sarà quasi automatica, senza pressione.

Pero ricordati, non smettere mai di creare contenuti interessanti affinché il tuo negozio online sia sempre in evidenza.

9. Stai puntando al target sbagliato.

Forse stai impiegando un sacco di fatica e denaro nei posti sbagliati. Il primo passo per una vendita di successo è quello di sapere a chi si vende. Ferma tutto ciò che stai facendo ed impara a conoscere questo settore prima di tutto.

Se state progettando di aprire un negozio online e pensi a tutti i dettagli prima ancora di conoscere il tuo pubblico, stai partendo in modo sbagliato. Ferma tutto e cerca prima di conoscere le persone che compreranno da te.

10. Il prezzo non è competitivo

Prezzare i prodotti è una cosa complicata. Se si mette troppo basso rispetto al mercato, la gente penserà che i tuoi prodotti siano di cattiva qualità, e magari falsi… Se si mette troppo alto, andranno ad acquistare altrove.

Bisogna essere sempre informati riguardo al prezzo medio del tuo prodotto sul mercato, fare costantemente ricerca per sapere quali altri negozi online lo stanno vendendo e per quanto. Evita di inserire prezzi molto diversi da quelli di altri fornitori.

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi far parte anche tu del team dei nostri clienti?
Contattaci o vieni a trovarci!

Informativa e consenso ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 I dati personali sono raccolti, elaborati e conservati elettronicamente, in conformità alle disposizioni contenute nel D. Lgs. 196/2003, al solo fine di fornire le informazioni richieste. Essi non saranno diffusi né comunicati a terzi.
L'interessato potrà far valere in ogni momento i diritti previsti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Letta l'informativa, l'interessato presta il suo consenso al trattamento dei dati personali.


Scrivici
Contattaci tramite telefono
Telefono:
+39 0775.1562730
Vieni a trovarci
Via Claudio
Monteverdi 58
03100 Frosinone
back to top back to top